CS Legal - Studio Legale Roma

Notizie


Notizia 09/10/2018

Convegno sul tema dell'applicazione del D.lgs. 231/2001 ai Gruppi di società


Nell'ambito dei Convegni di formazione organizzati dall'Ordine dei dottori Commercialisti di Roma, accreditati anche presso l'Ordine degli Avvocati, prosegue l'impegno dello studio nella divulgazione della materia della Responsabilità amministrativa degli enti, ex D.lgs. 231/2001.
In questa occasione, è stato scandagliato il rapporto fra tale normativa e i Gruppi di società, con riferimento ai criteri di imputazione della responsabilità e alle vicende modificative degli enti.

avv. Alessandra Testuzza






Notizia 03/09/2018

Manuale di Istituzioni di Diritto Pubblico


Annuncio con piacere l'uscita della I edizione del Manuale di Istituzioni di Diritto Pubblico, Nel Diritto Editore, che ho avuto il privilegio di scrivere con il Prof. Lorenzo Saltari e la Cons. Chiara Di Seri.

http://www.neldirittoeditore.it/schedalibro.asp?idlibro=100287&titolo=M17---MANUALE-DI-ISTITUZIONI-DI-DIRITTO-PUBBLICO






Notizia 06/08/2018

Tar Sicilia: Mondialpol Security S.p.A. vince ricorso contro CNR



http://www.mondialpol.eu/index.php/2018/07/18/tar-sicilia-mondialpol-security-s-p-a-vince-ricorso-contro-cnr/

Il Tar Sicilia – Palermo, con la sentenza n. 1620/2018, ha accolto il ricorso proposto da Mondialpol Security
s.p.a., assistita dall’avv. Claudio Cataldi, avverso la procedura negoziata per l’affidamento del servizio di portierato e vigilanza indetta dal Cnr – Palermo.

Mondialpol ha rilevato, nel ricorso, la palese violazione dei principi di pubblicità e trasparenza da parte della stazione appaltante per aver provveduto all’apertura delle buste contenenti la documentazione amministrativa e l’offerta tecnica dei partecipanti alla gara in seduta riservata.

Mondialpol ha, altresì, rilevato l’illegittima integrazione dei criteri di valutazione delle offerte operata dalla Commissione giudicatrice dopo l’apertura delle offerte medesime.

Nell’accogliere integralmente le censure di Mondialpol, il Tar ha evidenziato, innanzitutto, l’obbligo per le Commissioni giudicatrici di aprire in seduta pubblica le buste contenenti la documentazione amministrativa e l’offerta tecnica dei concorrenti.

Lo stesso Tar ha messo in evidenza, inoltre, che, secondo l’orientamento costante del giudice europeo, in sede di gare pubbliche tutti gli elementi presi in considerazione dall’autorità aggiudicatrice, per identificare l’offerta economicamente più vantaggiosa e la loro importanza relativa, devono essere chiari e noti ai potenziali offerenti al momento in cui presentano le loro offerte e non è possibile, pertanto, operare alcuna integrazione dopo l’avvenuta conoscenza dei soggetti partecipanti.

Di conseguenza, il Tar ha annullato il provvedimento di aggiudicazione della gara disposto in favore dell'operatore che aveva tratto vantaggio dall’illegittima integrazione dei criteri di valutazione delle offerte, ed ha ordinato al Cnr – Palermo la ripetizione della gara stessa.






Notizia 13/07/2018

CS legale su Top Legal e Legalcommunity


http://www.toplegal.it/news/2018/07/13/23844/fraccastoro-e-cataldi-vincono-al-tar-per-i-servizi-di-sicurezza-dellaeroporto-di-pantelleria


https://legalcommunity.it/fraccastoro-cataldi-vincono-al-tar-sicilia/





Notizia 03/07/2018

Il Tar Palermo in tema di avvalimento di garanzia


Tar Palermo, sez. I, n. 1534/2018

Quando ci si avvale dei requisiti finanziari di un'altra impresa (c.d. avvalimento di garanzia), la prestazione oggetto specifico dell'obbligazione è costituita non già dalla messa a disposizione da parte dell'impresa ausiliaria di strutture organizzative e mezzi materiali, ma dal suo impegno a garantire con le proprie complessive risorse economiche, il cui indice è costituito dal fatturato, l'impresa ausiliata.

Non occorre, dunque, in tal caso, che la dichiarazione negoziale costitutiva dell'impegno contrattuale si riferisca a specifici beni patrimoniali o ad indici materiali atti ad esprimere una determinata consistenza patrimoniale e alla messa a disposizione di beni da descrivere ed individuare con precisione, essendo sufficiente che da essa dichiarazione emerga l'impegno contrattuale della società ausiliaria a prestare ed a mettere a disposizione della c.d. società ausiliata la sua complessiva solidità finanziaria ed il suo patrimonio esperienziale, garantendo con essi una determinata affidabilità ed un concreto supplemento di responsabilità.

La decisione del Tar Palermo si riferisce alla richiesta della stazione appaltante di effettuare almeno un servizio di vigilanza e sicurezza reso ad un unico committente in ambito aeroportuale, per la durata di almeno un anno, di importo annuale non inferiore all’importo annuale posto a base di gara.






< 1 2 34 5 >

Torna SU